Would you like a North Sails Expert to call you? Just leave us your number and a short message we will direct the inquiry to the right person to help. We promise to call as quickly as possible, but at some times we may be out sailing. Looking for a quote? Please use the request a quote tab above.

Let's Talk
Sending

Find My Expert

Please search by name or location to find your local North Sails Expert.

Search
Generic filters
Filter by Custom Post Type

Find My Loft

Find your local loft below.

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type

Are you looking for something you can’t find on our web site? Do you need product information or help with a sail? Just send us a message and we will respond promptly.

Request for Info
Sending

Are you ready to buy? Would like to learn more about products and prices? Please fill in the forms below and we will have your local North Sails Expert create a custom sail proposal for you.

Request a Quote

About your boat

Rig Measurements

If available

Sail Types

Material Types

Sending
1957

Il nostro fondatore

Nel 1957, all’età di 30 anni, Lowell North decise di lasciare l’ingegneria aerospaziale per diventare un sailmaker. Non si è mai guardato indietro.

Nord, che ha vinto medaglie d’oro olimpico e bronzo e quattro campionati del mondo stellare, non si è mai affidato all’intuizione. Era solo influenzato da ciò che poteva essere quantificato, quindi costruì una società basata sulla scienza, usando costanti test e rigorose metodologie scientifiche per costruire vele migliori. E questo cambiava per sempre.

Quando Lowell aveva 10 anni, la sua famiglia si trasferì da Missouri a Los Angeles. Il padre di Lowell, che ha lavorato alla scoperta del petrolio, ha acquistato una barca da pesca da 36 piedi. L’acquisto ha incluso un’offerta di 8 piedi, che Lowell ha immediatamente appropriato. Ha ristrutturato la barca e, a tenera età, ha fatto una nuova vela. “Sono sicuro che sia stata la vela peggiore del mondo”, dice. “La barca sarebbe a malapena vela a vento”. Ma è stato un inizio.

Cinque anni dopo, la famiglia si trasferì a Newport Beach, CA, dove Lowell affilò le proprie competizioni in una flotta locale di design. Più tardi si trasferirono a San Diego, CA dove l’anziano Nord ha acquistato una barca Star utilizzata in modo da poter equipaggio per suo figlio. “La classe Star era molto al di sopra delle nostre teste”, ricorda Lowell, “ma abbiamo imparato molto. Avevamo queste terribili vecchie vele di cotone. Mi ha cominciato a pensare a ciò che rende veloci le vele “.

Read More

Dopo la laurea presso UC Berkeley, Lowell si è affermata come un ingegnere aeronautico / aerospaziale di successo. La sua mente inquieta, però, lo ha incoraggiato a colpirlo da solo, perciò abbandonò il suo lavoro di progettazione di razzi e iniziò la North Sails.

Uno dei suoi primi progetti è stato una nuova vela principale Star, che ha alzato per la prima volta nel 1959 Midwinter Championship di Los Angeles. Il capo aveva un luff e piede insolitamente stretchy che permettevano una forma più piena quando vela in giù. Con ampio raggiungimento e corsa nella regata, Lowell ha vinto la serie. North Sails era ora sulla mappa.

“Ho imparato a vincere nella Stella prendendo una vela separata e mettendola insieme fino a quando non era un po ‘più veloce” ricorda Lowell. “Le vele sono poi state così disegnate male che praticamente tutto ciò che hai fatto ha fatto loro meglio. Mentre vincemmo più corse, mi convinsi che sapevo che cosa dovrebbe essere una vela veloce. ”

Nel tempo, mentre esegue sempre più prove di navigazione, ha imparato diversamente. “Le forme che più spesso sono state testate non erano quelle che pensavamo sarebbero veloci. Abbiamo imparato rapidamente che dovevamo lasciare tutte le preconcetti dietro “. Questa è stata una pietra miliare della crescita futura del North Sails.

Lowell interrogava tutto. Pioneer l’applicazione della finitura in plastica alla vela dopo la tessitura, per aiutare a resistere alla stirata. Ha supervisionato lo sviluppo della costruzione radiale e dei laminati Mylar, per un peso più stretto e più leggero.

Durante l’operazione di due ore tra loft di North Seal Beach e Seal Beach, avrebbe attaccato strisce di vela per l’antenna radio della sua auto. Poi, paragonerebbe le strisce affaticate a campioni non affaticati dalla stessa bobina di stoffa. Come improvvisato come sembrava al momento, il test è diventato lo standard del settore.

Lowell abbracciò il computer anche quando era ancora un dispositivo relativamente oscuro e costoso. Se il sailmaking è ora considerato un settore high-tech, Lowell North è il suo Steve Jobs. Lui ei suoi discepoli hanno trascinato un vero e proprio mestiere antico nel mondo moderno.

Durante la prova delle vele Soling, Lowell ha incontrato Heiner Meldner, professore di Fluid Dynamics presso UC San Diego, che ha suggerito di fare meglio e più veloci su un computer. “Se è così,” disse Lowell, “potresti renderci entrambi abbastanza ricchi”.

Nei prossimi cinque anni Meldner computerizzò la maggior parte dei test a vela del Nord, e il risultato è stato nient’altro che una rivoluzione nel disegno della vela. È stato aiutato da Kiwi Tom Schnackenberg, che era vicino a guadagnare un dottorato di ricerca in fisica nucleare quando Lowell lo ha attirato a San Diego. “Ancora mi fa scuotere la testa”, dice Lowell. “Abbiamo fatto più progressi nello sviluppo della forma delle vele durante quei cinque anni che mai o da quando”.

Nel giro di dieci anni la società stava progettando vele sul computer, testandole in un tunnel a vento simulato dal computer, eseguendo analisi strutturali simulate da computer e tagliando materiale a vela con un plotter / taglierina laser computerizzato. Il dottor Michael Richelson, progettista brillante di vela del Nord che è anche un ingegnere di software e un matematico, da allora ha portato la tecnologia del computer Nord ad altezze ancora più alte.

Nel 1984, Lowell North (soprannominato “The Pope” dai suoi coetanei) ha venduto la sua azienda e si è ritirata dal sailmaking. Ha corso la sua barca, Sleeper, per molti anni, e ha anche girato il Pacifico con la moglie Kay. Il suo scopo, la creatività e lo spirito competitivo continuano a guidare North Sails oggi, anche se la società esplora territori che non avrebbe mai potuto immaginare, quando rinunciò alla scienza del razzo per diventare un sailmaker.

North Sails è ora parte del North Technology Group, società dedicata alla progettazione, alla progettazione e alla leadership delle prestazioni nel mondo marino. La società impiega oltre 40 ingegneri di livello avanzato in tutto il mondo e la sua eccellenza nell’ingegneria e nella scienza ha portato a progetti di sviluppo cooperativi con aziende aeronautiche, Formula 1 e NASA.

Il mantra di Lowell, “Faccia la storia guardando avanti”, continua a guidare la società oggi.

North Sails Heritage Banner
North Sails Heritage Banner

Eventi storici

North Star

Vincere il Campionato del Mondo di Star Class è il graal sacro di una corsa di keelboat di un design. La classe classica di un piano di 23 piedi è stata lanciata nel 1911 e da allora ha attirato generazioni di squadre altamente qualificate da tutto il mondo. Lowell North ha vinto cinque volte i Star Worlds, un’abilità che non è mai stata uguagliata. La prima era nel 1945, quando un 15enne Lowell ha equipaggiato per 17 anni Malin Burnham. Nel 1949 Lowell ha pilotato North Star II nei Mondi e avrebbe vinto facilmente, ad eccezione di un DSQ nella seconda gara. La sua vittoria nel 1957, tuttavia, è stata la più significativa. Tenuto a L’Avana, in Cuba, i mondi del ’57 sono stati un avvincente evento leggero con venti imprevedibili e forti correnti. I risultati sono stati in su e giù per la maggior parte nella flotta, ma Lowell e l’equipaggio di James Hill Sailing North Star III avevano un vantaggio … velocità. Spesso trovandosi nella parte posteriore della flotta come ogni altro concorrente, North e Hill hanno mostrato una notevole capacità di articolare il loro modo di tornare alla parte anteriore. Lowell ha seguito con i vincitori del Campionato del Mondo nel ’59, 60 e 73, ma 1957 era speciale. Fu l’anno in cui ha iniziato North Sails. Oggi, i clienti North Sails vincono più campionati di un design che tutti gli altri pilota hanno combinato.

Read More
North Sails Heritage North Sails Heritage

La vendetta è dolce

Uno degli eventi più drammatici della navigazione moderna si è verificato nel 1983. Austraila II, con la sua famosa chiglia alata, ha sconfitto il difensore americano Liberty e ha preso la Coppa America per la prima volta nella sua storia di 200 anni. Era una vittoria straordinaria per gli Aussies che risonavano al di là del mondo navigabile. Mentre entrambe le imbarcazioni hanno portato le vele Nord, anche la compagnia ha guidato l’onda. A bordo della Libertà erano il capitano Dennis Conner e il tattico Tom Whidden. Nel 1987 Conner e Whidden avrebbero la loro vendetta. Con tutto il mondo guardando, la coppia ha guidato lo sfidante americano Stars and Stripes alla vittoria sul difensore Kukaburra di Aussie in una serie tesa e ventosa tenuta a Perth. La Coppa è tornata alle rive degli Stati Uniti, Dennis Conner è diventato un nome di famiglia e Tom Whidden è stato presto assunto come presidente di North Sails. Oggi, l’America’s Cup rimane una piattaforma chiave per lo sviluppo della vela del Nord. Se i 12 metri di corsa, IACC sloops o catamarani a fessurazione di fiocchi, le squadre di CA hanno aiutato i pionieri nord della tecnologia in vela come i laminati aramid / carbonio 3DL, le vele composite 3Di Raw e gli spinnaker asimmetrici.

1989-1990 Whitbread Ocean Race

Nel 1973 la British Whitbread Brewing Company sponsorizza la prima Round Whitbread della World Race. Nei suoi primi giorni, la flotta di eventi era un mix eclettico di dimensioni dell’imbarcazione e esperienza di corsa sull’oceano. Nel 1989 (la sua quarta esecuzione), la Nuova Zelanda ketch Steinlager 2 (ironicamente sponsorizzata da un’azienda di birra della Nuova Zelanda), ha cambiato tutto. Skipper di Sir Peter Blake e equipaggiato esclusivamente con North Sails, Steinlager 2 ha vinto tutti e sei i piedini della gara in modo drammatico. Il più grande margine di vittoria in ogni tappa della gara di 28.000 miglia era di soli 90 minuti. La marinaio eroica e la corsa a stretto contatto hanno attirato la copertura mediatica e la consapevolezza del pubblico. Lavorando a stretto contatto con North Sails, il programma di sviluppo della vela di Steinlager 2 ha sollevato la barra per i programmi di corsa sull’oceano e ha reso North Sails un’esperta preziosa per progettare e costruire vele che potrebbero sopravvivere alle richieste di questa competizione estenuante. Le navi nord attrezzate hanno dominato ogni Whitbread (ora la Volvo Ocean Race) da allora. A causa della straordinaria durata dell’ultima tecnologia 3Di a vela da crociera 3Di, gli organizzatori di Volvo Ocean Race 2014-15 hanno assegnato North Sails il primo contratto per la fornitura di vele all’intera flotta VOR. Il contratto è stato rinnovato per l’evento 2017-18.

Key West era Key

Nel 1990, North Sails ha iniziato un programma segreto di sviluppo della vela sotto un coperchio stretto di sicurezza. L’obiettivo era quello di sviluppare una nuova vela radicale che fosse più leggera, più forte e più veloce di quanto prima. Sarebbe chiamato 3DL.

All’epoca, la settimana della Key West Race Magazine di Yachting era tra le regate offshore più competitive al mondo. All’evento del 1993, con le dita incrociate, North ha equipaggiato sette barche con le nuove vele 3DL. Nel loro numero di aprile ’93 Yachting ha riferito: “Sette barche a Key West … hanno portato vele con la nuova 3DL del Nord. Due hanno vinto le loro classi e solo un posto inferiore al quarto. Questi risultati parlano più per le imbarcazioni e per i loro equipaggi che i contributi di una singola vela. Ma non c’entra che il 3DL sia un thread comune “.

Un anno dopo, un 3DL più sviluppato è tornato a Key West e ha dominato una delle più grandi e più competitive flotte internazionali mai assemblate. I risultati sono stati inequivocabili, e un diluvio di ordini 3DL di vela ha prodotto un backlog che durò due anni. 3DL ha quindi alimentato più squadre alla vittoria di qualsiasi altra vela nella storia. Key West era chiave.

Dure come chiodi

Nel 2000, una giovane donna di nome Ellen MacArthur è entrata a far parte di 23 dei migliori marinai single-handed nel mondo alla linea di partenza del Vendée Globe, una corsa solitaria non-stop in tutto il mondo. Ellen aveva 23 anni e aveva solo battelli da regata per cinque anni. Al completamento del suo viaggio di 94 giorni, diventerebbe uno dei nomi più noti della navigazione moderna.

Vela con il suo Open 60 Kingfisher, Ellen ha mostrato una notevole durezza e determinazione, finendo un secondo passo dopo un duello di corsa lungo con il vincitore Michel Desjoyeaux a bordo PRB. Entrambe le barche hanno rotto il precedente record di gara da oltre 11 giorni. Oggi Ellen MacArthur rimane la donna più veloce mai circumnavigare il mondo da solo.

La squadra del Kingfisher ha lavorato allo sviluppo della vela in stretta collaborazione con Bruno Dubois della North Sails France. Utilizzando il software di analisi della vela di North e il sofisticato test del tunnel del vento, Kingfisher ha colpito l’acqua con 3DL windswind con film sottili taffetà su ciascun lato per una maggiore tenacità e resistenza ai raggi UV. Dopo la gara, Mark Turner ha commentato: “Al traguardo, la randa continua a sembrare che potrebbe ripetere la stessa gara. Era impressionante “. Il notevole successo di Ellen non solo ha fatto un nome per sé, ha convalidato le prestazioni e la durata della tecnologia a vela 3DL e ha aiutato a salire North in una posizione di leadership nella corsa a distanza in mare aperto. Il dominio di corsa a distanza del Nord è cresciuto solo da allora con l’avvento e il dominio della tecnologia di vela composita 3Di di ultima generazione di North. Per la prima volta nella storia, la vela più veloce del mondo è anche la più resistente.

2011 Giro del mondo di Barcellona

Quando North ha introdotto la sua tecnologia avanzata 3Di in 3D, è stato un successo immediato nei corsi di corsa in tutto il mondo. Non è stato fino al 2010-2011 a due mani Barcelona World Race che 3Di è stato dato il test globale. Solo una squadra in corsa ha portato 3Di; Iscrizione francese Virbac Paprec 3 navigato dai veterani off-shore Jean-Pierre Dick e Loick Peyron. Le vele si sono rivelate veramente veloci. Virbac Paprec subito saltò fuori di fronte, non si guardò indietro, e in un momento aveva un record di gara 780 miglia di piombo. La squadra ha terminato la gara di 29.000 metri 23 ore prima della voce spagnola Mapfre, che ha condotto North 3DL Sails. Il terzo classificatore è arrivato tre giorni dopo. Virbac ha vinto la corsa di punizione senza un singolo vela di vela. Per la prima volta nella storia del sailmaking, la vela più veloce al mondo si è rivelata la più resistente.

I nostri leader

La nostra reputazione è arricchita dalla dedizione e dalla determinazione della nostra leadership.Il nostro obiettivo è progettare, produrre e consegnare le migliori vele in assoluto al mondo.Ci impegniamo a essere leader in tutti i mercati di cui ci occupiamo e a fornire un valore superiore a tutti i velisti.Dall’epoca del suo fondatore Lowell North, passando per gli anni di Terry Kohler e la nuova e potente generazione di tigri oggi al timone, North Sails è divenuta l’azienda produttrice di vele leader nel mondo, attraverso un impegno continuo per assicurare prestazioni superiori, innovazione tecnica e una grande esperienza di navigazione per tutti i suoi clienti.

Tom Whidden

North Technology Group CEO
Milford, CT

Ken Read

North Sails Group President
Newport, USA

Trevor Jenkins

North Technology Group CFO
Gosport, UK

Dan Neri

North Sails Group CEO
Newport, USA

Paul Westlake

North Sails Group Executive VP
Sydney, AUS

Jens Christensen

North Sails Group Executive VP
Copenhagen, DEN

John Welch

North Sails Group COO
Gosport, UK